Nidia Robba - poetessa e scrittrice di Trieste



I fiori che non colsi


Sui campi della vita camminiamo,
passanti frettolosi e indaffarati.
Ma i fiori sbocciati poco li guardiamo.

Solo sul limitar dell'esistenza,
comprendiamo d'aver perduto il tempo,
se di quei fior non cogliemmo l'essenza.

Io non colsi il fior della bellezza:
non mi piacevo, ero troppo esigente.
Non piacendo, si vive con asprezza.

Nemmeno colsi il fiore del successo:
gli ero ostile, ne avevo paura.
Or lo vorrei, ma Ŕ troppo tardi adesso.

Non colsi mai il fior d'intelligenza:
studiavo tanto, faticando assai.
A volte, sono certa d'esser senza!

Pur non colsi il fior della ricchezza:
che detestavo, l'avevo in disprezzo.
Provai la povertÓ: Ŕ gran durezza.

Infin non colsi il fior d'amore eterno:
il quale sempre, mi ha lasciata sola.
Viver con gelosia, vuol dir... inferno!

Io colsi solo fior di fantasia:
cavalcando il suo corsiero alato.
E questo Ŕ tutto, per la vita mia!


Poesia di Nidia Robba, 21 marzo 2004


Home page